LA STORIA

....il Grotto Morchino in fondo ad una grotta di verde dove anche d’estate si può rabbrividire, continua imperterrito a sfidare le mode traditrici con immutato spirito.

Ogni ricordo dei bei tempi (e forse qualcuna odierna) partono o arrivano da questo grotto, dove qualcuno sostiene che i formaggini abbiano risorse irraggiungibili. 

Morchino era la meta degli uomini di tutti i villaggi nel giro di qualche chilometro. …. 

(da “Quaderni Ticinesi” Grotti cantine e canvetti del luganese di Pietro Salati)


Architettura

La sua costruzione è stimata attorno all’inizio del 1800. 

Herman hesse al morchino

il Grotto Morchino è stata meta del famoso scrittore che bel 1919 crisse «L’ultima es tâte di Klingsor ».